Due giorni di golf, due distinte gare più una classifica combinata, tre premiazioni e quattro “attori” in campo hanno consentito di avere quasi un overbooking, con la soddisfazione di tutti.

In un’annata stravolta da mille imprevisti, dove non è stato facile trovare energie e stimoli per programmare e pensare al futuro, fare o aderire a nuovi progetti, IGC – insieme ad alcuni eccezionali partner – ci ha provato e il risultato non solo è stato superiore alle aspettative, ma è stato anche un “pieno” di energie per il futuro.

Il calendario del Circuito IGC previsto e presentato a fine febbraio 2019 è stato, per ovvi motivi, annullato. Alla riapertura delle attività sportive, avvenuta a fine maggio 2020, IGC non poteva mantenere, per rispetto al suo regolamento, il corso previsto del Circuito (recupero di ben 9 gare programmate). Invece di rimandare completamente la sua attività al 2021, ha così deciso di fare di tutto per organizzare singole gare come è avvenuto a Menaggio, alla Pinetina e a Pian di Sole. IGC non voleva mancare nemmeno al Golf Club Folgaria, per la gara già in calendario per sabato 22 agosto, ed è qui che è nata una bella novità.

Per la domenica successiva (23 agosto), sempre a Folgaria, era prevista un’altra gara del circuito Best of Golf, se usassimo il metro di valutazione consueto del “commercio” o del “marketing” potremmo definirlo un competitor della stessa IGC. Invece, grazie all’iniziativa e all’idea di “I Viaggi di Seve” di organizzare in contemporanea una “36×36 Golf Challenge” su due giorni e alla super collaborazione della segreteria del Folgaria, alla disponibilità dei due Circuiti, India Golf Cup e Best of Golf, di fare due gare identiche con stesso regolamento (a coppie 4 PLM) e di consentire l’unione dei risultati delle due gare per fare una terza classifica, con relativa premiazione, si sono visti numerosissimi ed entusiasti giocatori per tutti i due giorni di gara.

Sia India Golf Cup che Best of Golf hanno così organizzato la propria gara “raccogliendo” le proprie iscrizioni, ma promuovendo anche la possibilità reciproca di partecipare alla gara del “concorrente” per poter aderire alla “36×36 Golf Challenge” la cui organizzazione, iscrizione ecc. era affidata allo sponsor “I Viaggi di Seve”, che per l’occasione ha messo in palio un viaggio golf per due persone in Spagna più altri voucher.

Anche se non è stato facile, più che organizzare, coordinare quattro diverse entità, Club Folgaria, I Viaggi di Seve, Best of Golf, India Golf Cup, il risultato ottenuto ha soddisfatto tutti, la cosa più importante è stato aver dimostrato che la collaborazione, l’unione fa la forza. Un possibile “concorrente, antagonista” può diventare un alleato, specialmente in un momento delicato come questo dove energie, investimenti, si devono ben calibrare deve per forza emergere la volontà di unione (ovviamente guardando ognuno i propri interessi) e cogliere al volo possibili sinergie senza pensare sempre e solamente al proprio piccolo orticello. Crediamo che solo così, come hanno fatto questi quattro “attori del golf”, si possa superare questo momento estremamente difficile e ancora tutto da capire, guardando al futuro con un barlume di ottimismo e speranza, e non solo nel golf.

Detto questo passiamo alla cronaca “sportiva” di questa due giorni. Sabato 22 agosto, per la gara India   Cup, il tempo era splendido, sole e temperatura ideale dei 1.200 m s.l.m a salire, per 18 buche piacevoli ma, come per tutti i percorsi di montagna, belle impegnative. Il percorso di gioco era perfetto, green in ordine e veloci senza una macchia di bruciato. La prima partenza è stata di buon mattino, intorno alle ore 8 e l’ultima passate le ore 13, per un percorso che i più veloci hanno fatto in circa 4 ore e 30 minuti, mentre di media tutti gli altri si sono avvicinati alle 5 ore. Le salite e la temperatura crescente dopo le 11 del mattino hanno sicuramente contribuito a una gara non velocissima, ma il magnifico panorama che si poteva ammirare da tutte le 18 buche ha certamente reso più che piacevole la “scalata”.

Per questa gara IGC i vincitori del 1° Lordo è stata la coppia Orlandini Pierluigi e Raffaelli Renzo per il 1° Netto la coppia Ruffo Eros e Cusinato Fabio. A seguire 2° e 3° Netto le coppie Boaria Tatiana con Valente Gianluca e Pedrotti Dino con Vialli Stefano. Prima coppia mista Tomaselli Manuela con Gherardi Stefano e 1° Seniores Goio Mario con Ferrario Rossana. Sono stati premiati anche i singoli Nearest to the Pin maschile e femminile rispettivamente consegnati a Coabelli Giuseppe e Boaria Tatiana.
Dopo la premiazione i tavoli del bar ristorante del Club si sono “coperti” di nove buche rinfrescati in attesa della cena organizzata da IGC per i propri “associati” nello stesso ristorante.

La giornata di domenica 23 agosto, in occasione della gara Best of Golf, non si presentava particolarmente favorevole dalle previsioni meteo, ma l’affluenza è stata comunque molto alta. Le partenze sono state anticipate alle ore 7,30 per cercare di far evitare la prevista pioggia a tutti, anche agli ultimi partenti delle ore 12,00. Operazione quasi riuscita, infatti solo l’ultimo team si è visto costretto ad abbandonare la gara a metà dell’ultima buca.
Per la gara Best of Golf il 1° Lordo è andato a Daminato Gianpaolo in coppia con Benin Leonardo. I 3 Netti in ordine decrescente alle coppie: Fioraso Andrea con Savegnago Fabrizio; Manica Marco con Visonà Cascella Angela; Gaudenzi Germano con Lanci Francesco. Prima coppia Lady è andata  alla coppia tutta svizzera composta da Sandra Leutwyler  e Maria Teresa Bernardasci.

Dopo la premiazione di Best of Golf si è svolta la premiazione della tanto attesa “36×36 Golf Challenge” con la consegna da parte di Alex Dinon dei “I Viaggi di Seve” del buono per un viaggio golf per due persone in Spagna, alla prima coppia classificata, e bellissimi premi Srixon (sacca da golf, borsa e zainetti) logati I Viaggi di Seve per la seconda, terza e quarta coppia classificata.

Possiamo sicuramente affermare che la due giorni di golf a Folgaria è stata intensa, entusiasmante e anche una buona prova che “l’unione fa la forza, …e fa risultato” anche nel golf.

Ufficio Stampa IGC

@Riproduzione riservata