La Sudcoreana ha vinto il terzo Major femminile del 2022. Giulia Molinaro (terza un anno fa) non ha superato il taglio.

In Gee Chun è la nuova regina del KPMG Women’s PGA Championship, terzo Major femminile del 2022. Al Congressional Country Club (par 72) di Bethesda, in Maryland, la sudcoreana con un totale di 283 colpi (64 69 75 75, -5) ha superato la concorrenza dell’australiana Minjee Lee e dell’americana Lexi Thompson, entrambe seconde con 284 (-4). È invece uscita al taglio l’italiana Giulia Molinaro, 133a con 153 colpi (80 73, +9) (nel 2021 l’azzurra aveva chiuso al terzo posto).
In Gee Chun, 27enne di Seul, è stata al comando fin dal primo round e ha chiuso il secondo con sei colpi di vantaggio nei confronti dell’americana Jennifer Kupcho e della neozelandese Lydia Ko. Poi, nel “moving day”, come nelle ultime 18 buche, ha fatto registrare due parziali consecutivi in 75 (+3) che ha rischiato di pagare a caro prezzo. Nell’ultimo giro, In Gee Chun ha iniziato le prime nove buche con quattro bogey (cinque quelli di giornata). Decisivo, ai fini della vittoria, il birdie (il secondo di giornata dopo quello realizzato alla 11) firmato alla 16. La sudcoreana è stata agevolata anche da due bogey della Thompson, rispettivamente alla terzultima e penultima buca della competizione. Quarta posizione con 285 (-3) per la thailandese Atthaya Thitikul che ha preceduto in classifica le sudcoreane Sei Young Kim, Hyo Joo Kim e Hye-Jin Choi, oltre all’australiana Hannah Green e alla giapponese Nasa Hataoka, tutte al quinto posto con 287 (-1). Jin Young Ko, regina mondiale, non è andata oltre la trentesima posizione con 292 (+4). Stesso score per Nelly Korda, campionessa del KPMG Women’s PGA Championship nel 2021. 
L’exploit ha fruttato a In Gee Chun 1.350.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 9.000.000. Per lei si tratta della terza affermazione in un Major dopo i trionfi nel 2015 allo US Women’s Open e nel 2016 al The Evian Championship. Nel suo palmarès anche l’impresa al LPGA KEB Hana Bank Championship nel 2018. Curiosità: al termine del torneo l’americana Thompson e la sudcoreana Hye-Jin Choi sono state multate per gioco lento.

CLASSIFICA