Nel Cervino Open l’iberico ha avuto la meglio su Stefano Mazzoli, secondo ad un solo colpo dopo una grane rimonta.

Al termine di un finale ricco di bel gioco ed emozioni, lo spagnolo Jordi Garcia Del Moral (189 colpi, -15) ha bruciato sul filo di lana un eccellente Stefano Mazzoli (190, -14), vincendo così il Cervino Alps Open, evento dell’Alps Tour e secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour.
Sul percorso del Golf Club Cervino (par 68), il più alto campo in Italia a quota 2.050 metri, in una splendida giornata di sole, senza vento e su un tracciato molto impegnativo (green velocissimi e aste piuttosto difficili), Mazzoli (67 62 61), sesto a quattro colpi da Garcia Del Moral (61 64 64) e dal francese Sebastien Gandon, entrambi leader dopo due turni, ha subito attaccato con molta decisione, mentre lo spagnolo ha iniziato con due bogey e Gandon con uno, per poi defilarsi lentamente e terminare sesto con 194 (-10), affiancato da Gregorio De Leo, il migliore tra i dieci dilettanti italiani rimasti in corsa dopo il taglio e comunque tutti meritevoli di elogio.

Garcia Del Moral dopo la falsa partenza si è ripreso, ma pur con cinque birdie non ha potuto evitare l’aggancio di Mazzoli alla buca 16, che aveva marciato con un eagle e cinque birdie senza bogey (61, -7). Il 35enne iberico, però, ha avuto ancora la forza di riportarsi avanti alla buca 17 con il birdie decisivo (64, -4) che gli ha dato la prima vittoria sul circuito, un premio di 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro e il secondo posto nell’ordine di merito (punti 11.311). Mazzoli, che ha ricevuto un assegno di 3.940 euro, è ora al primo (p. 11.601) ed entrambi hanno ottime prospettive nella corsa alla ‘carta’ per il Challenge Tour 2021 che sarà assegnata ai primi tre di questa graduatoria al termine della stagione.

Nel torneo hanno occupato la terza piazza con 191 (-13) il transalpino Romain Guillon, la quarta con 192 (-12) l’olandese Pierre Verlaar e la quinta con 193 (-11) lo spagnolo Javier Parada Puertas. Degli altri italiani, in alta classifica Edoardo Giletta, nono con 196 (-8), Carlo Casalegno e gli amateur Filippo Celli e Andrea Romano, 11.i con 198 (-6), e ancora due dilettanti, Davide Buchi e Flavio Michetti, 17.i con 199 (-5). Un colpo in più per Andrea Saracino e per Marco Guerisoli, 29.i con 200 (-4), quest’ultimo scivolato dalla seconda posizione, pagando lo scarso allenamento poiché non è più un tournament player, ma un insegnante al Valtellina Golf.

RISULTATI

Fonte Federgolf

@Riproduzione riservata