Il circuito si è arricchito di un nuovo appuntamento: il 3 ottobre si giocherà allo Chervò dove saranno esposte anche una serie di opere in plexiglas dell’artista.

Domenica 2 agosto, al Golf Club Alpino di Stresa, è in programma la quinta tappa del “Piccaia Golf Cup”. E’ la nona volta che il circolo di Gignese ospita il circuito ideato dall’artista-golfista Giorgio Piccaia di Agrate Conturbia e organizzato da Melania Rocca. Il nove buche piemontese è un golf storico, fondato nel 1924 e che nel 1925 ospitò il primo Open d’Italia.
E’ sempre un piacere giocare su questo campo – dice Giorgio Piccaia -. Il percorso è molto bello con scorci incantevoli sul Lago Maggiore, specie in estate nel fresco del bosco e dell’altitudine”.
“Il momento storico in cui viviamo è segnato da grandi incertezze e malgrado ciò sto creando molto – spiega Piccaia -; ho trovato nella sequenza di Fibonacci la mia ispirazione e il legame del matematico pisano del XIII secolo con la natura è incredibile, e la natura, in questo periodo, ha dimostrato tutta la sua potenza”.
“Il nostro circuito – sottolinea Melania Rocca – ha il sostegno di amici partner. Tutti hanno riconfermato, da GiBiDi, Banca Mediolanum, Dario Ceste azienda vitivinicola, Rocca Vini, Antica Cereria Mosca, Hotel Ascona, CCIAA Varese Sport Commission, Ilgolfonline, Artslife, Wopart e le due new entry Swiss Logistics Center e 3DVoxel-Ghiringhelli e quest’anno i premi nelle varie tappe sono acrilici su formelle (14×14 cm) di  polimetilmetacrilato”.
“Materiale – spiega l’artista – che sto usando per le mie opere scultoree”.
Notizia dell’ultimar è che il “Piccaia 2020” si è arricchito di una nuova tappa, l’undicesima: il 3 ottobre l’appuntamento sarà nel prestigioso Chervò Golf di Pozzolengo dove saranno anche esposte una serie di opere in plexiglas dell’artista. L’ultima gara si disputerà alla Pinetina sabato 24 ottobre.
Per maggiori informazioni https://www.facebook.com/piccaiagolfcup/

Giorgio Piccaia nel suo atelier di Agrate Conturbia
@Riproduzione riservata