Era nato, su iniziativa di Aldo Valtellina, per ospitare l’Open d’Italia. Come tutti sanno, però, le cose non sono andate come il burbero gentiluomo Aldo sperava, e così, negli anni, il Golf Villa Paradiso ha vissuto momenti difficili fino ad arrivare all’inevitabile fallimento con tanto di asta Giudiziaria. Un asta che non ha ancora scritto la sua parola fine, ma che in ogni caso ha trovato una momentanea soluzione grazie alla gestione del Gruppo Colombo, che dalla fine di novembre 2019 ha preso in mano le sorti del circolo.
Mese dopo mese, lavori dopo lavori con annessa chiusura per Covid-19, oggi il Golf Villa Paradiso si è ripresentato ai golfisti in tutto il suo splendore. Sette addetti alla manutenzione hanno duramente lavorato sul percorso sistemando i fairways e i bunker che oggi si presentano al meglio.
Curiosi dei tanti commenti che si sono susseguiti dalla riapertura del circolo, ilgolfonline.it ha provato a toccare con mano il percorso rimesso a nuovo e le sensazioni sono state a dir poco eccezionali. Quello che abbiamo provato nella giornata di mercoledì 27 maggio, insieme all’amico Pierluigi Fassi, è un percorso che non ha nulla da invidiare ai tanti campi italiani che andrebbero maggiormente sponsorizzati, soprattutto in un periodo come questo che è sicuramente più facile fare una vacanza-golf nel nostro Paese che non all’estero.
Il par 72 su cui ci siamo cimentati è sicuramente degno di essere preso in considerazione da chi ama il gioco lungo, ma non solo. Sarà stata la stupenda giornata di sole, saranno stati i fairways curati come meglio non ci si poteva aspettare, sta di fatto che l’impressione che abbiamo avuto da questo percorso è stata a dir poco soddisfacente. Guardando gli spazi che circondano le 18 buche, e considerato quello che ancora si può fare per modernizzare sempre di più il percorso, c’è veramente da ipotizzare che il Golf Villa Paradiso possa, un domani, ospitare se non l’Open d’Italia, sicuramente un evento internazionale di prestigio.

Il Golf Club – Nato nel 1983, il Golf Villa Paradiso è immerso nel contesto del Parco dell’Adda in un uno splendido contesto ambientale: 6.606 ettari di natura e arte, pace e tranquillità, uno scenario mozzafiato che lascia incantato, al di la della propria prestazione, ogni giocatore. 
Nel parco sono presenti interessanti testimonianze di ingegneria idraulica del XIX secolo tra le quali i navigli e le chiuse progettate da Leonardo, a Trezzo. Il villaggio operaio di Crespi d’Adda è un esempio di intervento urbanistico legato all’industrializzazione ottocentesca, oggi patrimonio dell’Unesco. Dal novembre 2019 il circolo è stato preso in gestione dal Gruppo Colombo (CO.GE.FIN.), già proprietario di due strutture di grande successo: il Golf Brianza Country Club (18 buche) dalla fine degli anni ’90 ed il Golf Borgo di Camuzzago (9 buche), realizzato una decina di anni fa all’interno di un centro polisportivo, inizialmente solo par 3 e successivamente ampliato arrivando a quattro par 3 e cinque par 4. 

Il ristorante – Qui inizia la giornata dei giocatori dove possono gustare un cappuccino con brioche, o anche solo un caffè, con l’aggiunta di un piacevole sorriso unito alla gentilezza del personale. Dopo essere stati in campo ci si può concedere una pausa pranzo rilassante circondati dalla magnifica vista dei green e dei laghetti del Villa Paradiso Golf Club. Immerso nel verde, il bar bistrot “Osteria da Mualdo” è la location ideale per godersi momenti di gusto e piacere che consente di rifocillarsi prima ed al termine del gioco, così come è possibile organizzare cocktail dopo gara, cene o servizi in occasione di meeting aziendali.
La terrazza – Durante l’estate un’ampia terrazza con area lounge consente agli ospiti di accomodarsi sui divani o pranzare all’aperto. Arredata con eleganza e raffinatezza, la terrazza del Golf Club Villa Paradiso si affaccia direttamente sul green, regalando agli ospiti un panorama mozzafiato. Un angolo della club house da cui godersi il relax e quella tranquillità che solo la verde scenografia è in grado di regalare.
La gestione del ristorante è affidata alla famiglia di Maurizio Colombo, titolare del vicino ristorante “Osteria da Mualdo” che si trova in un antico casale a Crespi d’Adda, frazione Capriate San Gervasio (BG).


Alcune immagini del percorso

TRE CAMPI, UN SOLO ABBONAMENTO – Una proprietà con tre percorsi di golf non poteva che offrire un pacchetto interessante per chi ama giocare su più campi. Ecco l’offerta per la combinazione Villa Paradiso-Brianza-Camuzzago.

Visita il sito delGolf Villa Paradiso CLICCA QUI

@Riproduzione riservata