PGA Tour: Nick Taylor batte Streelman e Mickelson

Nick Taylor

Dopo una corsa tutta da leader, il canadese Nick Taylor ha vinto con 268 colpi (63, 66, 69, 70: -19) l’AT&T Pebble Beach Pro-Am (PGA Tour)disputatosi con formula Pro Am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi del Pebble Beach (par 72), dello Spyglass Hill Golf Club (par 72) e del Monterey Peninsula (par 71), a Pebble Beach (California). Taylor ha superato Kevin Streelman (272, -15) e Phil MIcelson (273, -14).
Sul tracciato del Pebble Beach GL, dove si è disputato il giro finale, Taylor, nativo di Winnipeg, 32 anni ad aprile, ha avuto notevoli alti e bassi, ma il cammino altalenante con un eagle, cinque birdie, tre bogey e un doppio bogey per il 70 (-2) lo ha comunque condotto al secondo titolo sul circuito dopo quello ottenuto a novembre 2014 (Sanderson Farms), divenendo così il sesto canadese con più vittorie dei 15 che si sono imposti sul PGA Tour. Per lui un assegno di 1.404.000 dollari su un montepremi di 7.800.000 dollari.
Al nono posto con 279 colpi (-8) Jordan Spieth, autore con 67 (-5) del miglior score di giornata e almeno per un giorno all’altezza delle sue qualità. Con tale risultato è rientrato tra i top 50 del world ranking (49°), dove il nuovo leader è Rory McIlroy, e potrà giocare a Città del Messico il prossimo WGC Mexico Championship (20-23 febbraio), primo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championships.

CLASSIFICA

Enrico Di Nitto

Di Nitto 19° nel RAM Cape Town Open (Sudafrica)

L’italiano Enrico Di Nitto ha ottenuto un buon 19° posto nel RAM Cape Town Open, torneo organizzato in collaborazione tra Challenge Tour e Sunshine Tour, che si disputato sul percorso del Royal Cape (par 72), a Città del Capo, in Sudafrica: l’azzurro ha chiuso con 283 (71, 69, 68, 75: -5). Ad imporsi è stato lo svedese Anton Karlsson con 274 (72, 69, 64, 69: -14). Nella parte centrale della classifica Aron Zemmer, 27° con 284 (69, 65, 76, 74: -4), e Lorenzo Scalise, 42° con 286 (70, 72, 69, 75: -2). In bassa classifica Federico Maccario che ha chiuso al 63° posto con 290 colpi (72, 71, 71, 76: +2).
Per Anton Karlsson, 26enne di Uppsala, si tratta del primo titolo sul secondo circuito continentale; alle sue spalle il sudafricano Garrick Higgo (275, -13) e l’inglese Toby Tree (278, -10).

CLASSIFICA

Min Woo

L’australiano Min Woo Lee vince in casa

Nell’ISPS Handa Vic Open, torneo organizzato in collaborazione tra European Tour e PGA of Australia, disputato sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, Creek Course, entrambi par 72), a Barwon Heads in Australia, in contemporanea sugli stessi campi con l’equivalente gara femminile sotto le sigle di LPGA Tour e ALPG Tour, l’australiano Min Woo Lee si è imposto con 269 colpi (66, 67, 68, 68: -19).
Con il primo successo sull’European Tour, che gli vale anche per il PGA of Australia e per il quale ha intascato un assegno di 162.915 euro su un montepremi di 970.000 euro, Min Woo Lee ha eguagliato la sorella Minjee, che si era imposta sulla stessa gara, versione proette, per due volte, nel 2014, quando era ancora dilettante, e nel 2018. Inoltre condividono un altro primato: hanno vinto entrambi l’US Junior Amateur, unico caso di due fratelli a segno nella storia del prestigioso evento giovanile. Assenti i giocatori italiani.

CLASSIFICA 

Hee Young Park

Terzo titolo sul LPGA per la coreana Hee Young Park

La coreana Hee Young Park, 33enne di Seoul, ha ottenuto il terzo titolo sul LPGA Tour imponendosi con 281 (68 68 72 73, -8) colpi nell’ISPS Handa Vic Open, terzo torneo stagionale del LPGA Tour, realizzato in collaborazione con l’ALPG Tour. Hee Young Park ha superato con un par alla quarta buca di spareggio le connazionali Hee-Jin Choi (69 68 75 69) e So Yeon Ryu (71 70 68 72), quest’ultima raggiunta sull’ultima buca da un birdie delle due avversarie. Al quarto posto con 282 (-7) l’irlandese Leona Maguire e la svedese Linnea Strom e al sesto con 283 (-6) tre australiane, Su Oh, Robyn Choi e Minjee Lee, numero nove mondiale, due volte a segno nel torneo (2014 da dilettante e 2018) e sorella di Min Woo Lee, che ha vinto l’equivalente torneo maschile che si è giocato in contemporanea sugli stessi campi.
Crollo verticale della coreana Ayean Cho, 16ª con 286 (-3), leader dopo tre turni, e della svedese Madelene Sagstrom, 20ª con 287 (-2), che la seguiva a un colpo, entrambe penalizzate da un 81 (+9). E’ uscita al taglio l’unica azzurra in gara, Giulia Molinaro, 95ª con 146 (74 72, +1). A Hee Young Park è andato un assegno di 165.000 dollari su un montepremi di 1.100.000 dollari.

CLASSIFICA

 

 

@Riproduzione riservata