Grande attesa per l’undicesima edizione del Paestum Balloon Festival in programma dal 28 settembre al 5 ottobre. Suggerimenti per chi volesse abbinare anche una o più giornate di golf.

Da sempre, l’uomo ha desiderato volare e conquistare il cielo. Chi non ha mai sognato, almeno una volta nella vita, di volare leggero come una mongolfiera che si lascia trasportare dolcemente dal sospiro del vento? Grandi e piccini sono sempre stati affascinati da questi “giganti” dell’aria che ondeggiano nei cieli con estrema grazia, armonia e in un suggestivo silenzio. Viaggiare in mongolfiera sarà l’emozione di farsi trasportare nel cielo solo dal vento e dai sogni.
Il Paestum Balloon Festival si svolgerà su un’area di circa 30.000 mq a Paestum, terra di grande ricchezza archeologica, e i protagonisti saranno mongolfiere, aquiloni, artisti di strada, gonfiabili per bambini e una grande area verde. Per godere di un’esperienza che farà rinascere anima e corpo, l’Hotel Santa Caterina di Amalfi offre un porto sicuro, la certezza di un soggiorno indimenticabile e la possibilità di continuare a sognare…

Il Festival Internazionale di Paestum sarà un’occasione unica per realizzare due sogni: volare trasportati dal vento e ammirare Paestum e tutte le sue bellezze archeologiche da una prospettiva completamente diversa. Volare in mongolfiera su Paestum è un’esperienza indimenticabile e straordinaria che vale la pena di provare almeno una volta nella vita, si godrà di una vista mozzafiato e si proverà una sensazione di libertà assolutamente unica. Una volta alzati in volo, sarà possibile ammirare dall’alto gli spettacolari templi di Paestum, Porta Sirena, Porta Marina, gli appennini e la splendida costa..
La storia ci insegna che volare in mongolfiera rappresenta la realizzazione del più antico, grande e forte sogno dell’uomo: quello di volare. Era il 4 giugno del 1783 quando Joseph-Michel Montgolfier riuscì a coronare il proprio sogno di far volare una mongolfiera ad un’altezza di 2000 metri e per circa dieci minuti di seguito. L’idea di realizzare un aerostato gli era venuta mentre stava osservando un lenzuolo che si asciugava sul fuoco e che proprio grazie a quest’ultimo si gonfiava e creava un effetto plastico. Da quel volo tanta strada è stata fatta, ma ancora oggi chi vive questa esperienza la descrive come un’emozione unica da togliere il fiato.
Il festival si pone come il più grande evento aerostatico del Sud Europa e, oltre ai partecipanti italiani, vedrà coinvolte oltre 30 mongolfiere provenienti da tutta Europa.
Si potrà scegliere tra due tipi di esperienze: il volo vincolato o il volo libero.
Il primo vede le mongolfiere alzarsi in volo ad un’altezza di 20/25 metri. Questo permetterà ai partecipanti di ammirare il panorama rimanendo saldamente ancorati al terreno.
Il secondo volo, più impegnativo ma di certo più emozionante, è libero da vincoli ed ha una durata che può variare dai 30 ai 50 minuti. La partenza sarà dall’area archeologica di Paestum e l’atterraggio si svolgerà, in completa sicurezza, in un punto pianeggiante che i conduttori identificheranno durante l’escursione.
I decolli, che si svolgeranno la mattina ed il pomeriggio, saranno straordinariamente vicini all’area dei templi che si potranno ammirare in tutta la loro infinita bellezza.

Se poi volete abbinare una o più giornate di golf, basta CLICCARE QUI

DOVE SOGGIORNARE

La magia dell’Hotel Santa Caterina
A pochi minuti di distanza da Amalfi, in uno dei punti più suggestivi della costiera, l’Hotel Santa Caterina è costruito a picco sul mare, all’interno di una vasta proprietà che “precipita” fino all’acqua con una serie di splendide terrazze naturali. Due ascensori scavati nella roccia o un sentiero di spettacolare bellezza portano gli ospiti attraverso agrumeti e giardini lussureggianti fino agli impianti a livello del mare, che comprendono una piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, café/bar e ristorante all’aperto.
La sera la magia continua nell’elegantissimo ristorante con una cena a lume di candela ammirando il suggestivo panorama di Amalfi illuminata dalla luna. E che dire della suite “Follia Amalfitana” con la sua minipiscina tonda con vetrata e vista mozzafiato sulla baia o della suite “Giulietta e Romeo” con terrazzino a picco sul mare e piscina privata a sfioro…
L’Hotel Santa Caterina ha 36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite, executive junior suite, suite e senior deluxe suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, tra le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nel lussureggiante parco si contano altre 17 camere e suite. Dal 2019 l’offerta gastronomica dell’albergo è firmata dal nuovo Chef Giuseppe Stanzione: le colazioni, gli snack, il Bistrot, l’elegante Ristorante fine dining Glicine con le vetrate affacciate sul panorama del golfo, e un menù più raffinato e personale con l’impronta dello Chef, il Ristorante Al Mare, aperto adesso sia a pranzo che a cena, con piatti più semplici e tradizionali e prevalentemente marinari. I due ristoranti panoramici dell’Hotel Santa Caterina saranno quindi aperti entrambi la sera. La Carta dei Vini offre un’accurata selezione di etichette italiane ed estere e una scelta produzione della Campania.

 

 

 

@Riproduzione riservata