Il texano ha preceduto di un colpo il messicano Ancer e di due lo spagnolo Rahm. Male Molinari che ha chiuso all’82° posto.

Alla fine ce l’ha fatta e per la seconda volta negli ultimi quattro anni, Patrick Reed è riuscito a portarsi a casa il primo evento dei playoff della FedExCup. Il ventinovenne texano ha dominato il gruppo dei 125 giocatori al via del The Northern Trust, evento che ha aperto i tre appuntamenti che porteranno a drecretare il campione FedEx 2019. Reed ha replicando il successo ottenuto nel 2016 con uno score finale di -16, un risultato che gli ha consentito di incassare un assegno di di 1.665.000 dollari.

Patrick Reed

La gara è stata incerta fino all’ultima buca, con il messicano Abraham Ancer e lo spagnolo Jon Rahm capaci di rimanere attaccati al vincitore fino all’ultimo putt. Alla fine ha avuto la meglio Reed, abile a restare calmo e chiudere il quarto giro in 69 colpi, un punteggio sufficiente per rimanere davanti ad Ancer (-15) e a Rahm (-14). Nulla da fare per il nordirlandese Rory McIlroy (-12) che ha chiuso in sesta posizione accanto a Jordan Spieth.
Altra prova negativa per Francesco Molinari che ha terminato l’ultimo giro ancora sopra il par (+3) e una 82esima posizione finale (+6 complessivo) non certo degna della sua classe. 

Prossimo appuntamento Il BMW Championships che si disputerà a Medinah in Illinois dove i primi 70 nella classifica della FedEx Cup proveranno a qualificarsi per il Tour Championship di Atlanta: al torneo non prenderanno parte nomi illustri,  tra i quali Danny Willett, Russell Henley, Kiradech Aphibarnrat, Tyrrell Hatton, Charley Hoffman e Brandon Grace che hanno fallito la chance di rientrare nel taglio. Rimane incerta anche la presenza di Tiger Woods, dopo che il campione dello scorso Masters è stato costretto al ritiro giovedì a causa di problemi fisici.

CLASSIFICA

@Riproduzione riservata