Per la rubrica “Non solo golf”, questa volta parliamo di “Meta Mobile”punto di arrivo di un’evoluzione tecnologica partita da ambienti tradizionali e conclusasi nell’ambiente web. Si tratta di un’App gestionale off line per smartphone e tablet, che funzionano sia col il sistema Android sia col sistema IOS.
Roberto Parco, amministratore della SIT (Soluzioni Informatiche e Tecnologiche srl) spiega che“Meta nasce nel lontano 2010-1012, quando ci siamo accorti dell’enorme potenziale del mobile ancora inespresso. Intuivo che le tecnologie potevano consentirci di fare cose importanti sfruttando la possibilità di avere un data base e sfruttando l’integrazione con tutta una serie di strumenti. Nel 2013 iniziai un’attività di ricerca e di sviluppo sulle tecnologie, e alla fine ho deciso di implementare le applicazioni in ambiente Native. La gran parte delle applicazioni oggi in uso, sono web app che ben si adattano a tutti i tipi di device, ma non hanno un forte radicamento con la macchina stessa. Io ho scelto di lavorare in ambienti Native, soprattutto con Android, perché è un ambiente aperto e ci sono molte più possibilità di operare rispetto ad altri sistemi. Da lì abbiamo iniziato a operare con un sistema di scambio dati gestionale con il server, fino ad arrivare ad oggi con un extension di Agon e Mago.Net. In più abbiamo sviluppato dei moduli molto avanzati di produzione di logistica con i quali siamo riusciti a fare delle automazioni di magazzino molto importanti che prima era impossibile realizzare. Ora, con la capacità del mobile di dialogare col data base centrale, abbiamo creato un canale di comunicazione diretto tra il gestionale e le singole applicazioni”.
L’App ha lo scopo di automatizzare tutti i processi aziendali, di ridurre i costi, il margine di errore e di ottimizzare al meglio tutte le risorse interne ed esterne all’azienda. Roberto Parco, ci vuole spiegare concretamente come funziona?
“Funziona così: se io nel gestionale vado ad inserire un ordine, l’applicazione la recepisce immediatamente, viene letta e gestita  dal magazziniere che può subito iniziare a spedire la merce ordinata. Tutto in tempo reale. Pertanto abbiamo creato un sistema che supera la vecchia tecnologia (basata su sistemi di scambio dati basati su file e lettori a culla), e a costi molto inferiori. Questo modulo è chiamato Warehouse Management Mobile, che adesso vogliamo estendere e potenziare con l’utilizzo dei droni e della intelligenza artificiale”.

La Sit, azienda che si trova a Ranica (Bergamo)

I tecnici possono lavorare anche off line?
“Si, i tecnici delle aziende che hanno adottato META  possono lavorare anche off line, fare l’operazione per la quale sono stati chiamati, chiudere l’intervento, raccogliere la soddisfazione del cliente, salvare e al momento in cui ritornano ad essere on line, trasferiscono  tutti i dati in azienda compreso il file con la firma dell’utente. Ciò consente di eliminare la carta, senza perdite di ore di lavoro perché è tutto registrato, il cliente è soddisfatto e per l’azienda è un vantaggio economico perché può fatturare immediatamente, al contrario di quelle che devono aspettare il ritorno dei tecnici in sede, il loro rapportino cartaceo che magari arriva in ritardo e non si legge, ed eventuali contestazioni del cliente”.
È difficile spiegare tutte queste cose alle aziende?
“In verità è piuttosto difficile spiegare questo tipo di gestionale, soprattutto far capire questo potenziale. Nonostante oggi abbiamo un marketing molto efficiente, troviamo delle difficoltà a far comprendere che c’è la possibilità di cambiare in maniera sostanziale la gestione dei loro affari. Peraltro chi ha adottato META ora ci chiede alcune implementazioni:  ad esempio la raccolta delle immagini, per creare una sorta di verbale sull’intervento tecnico, un  video per documentare  lo stato dei luoghi prima e dopo l’intervento. Meta si sposa molto bene con i bar code senza fili e con le stampanti integrate senza fili, molto adatte ad esercizi pubblici obbligati ad emettere scontrini fiscali”.
Tutte queste funzioni trasformano il tablet in un vero e proprio sistema gestionale, utilizzato ad esempio da un’agente che col suo camioncino va dai clienti, consegna e tramite la “pistola” fa la stampa dell’ordine e della fattura.  Fa la gestione del magazzino viaggiante, scarica il magazzino centrale, e in azienda c’è il magazziniere che osserva le indicazioni presenti nell’app ed evade immediatamente l’ordine raccolto in strada. Il gestionale oggi diventa il contenitore dei dati che vengono prodotti fuori dal sistema. Anche  il manager in viaggio in areo può vedersi le statistiche di vendita, comodamente, senza aver bisogno di collegarsi alla rete.

Stefano Masullo (a sinistra) e Roberto Parco: la Sit è presente sul circuito Velvet Golf

Ma non è tutto, c’è una novità assoluta nell’ambito di META, ce ne vuole parlare?
L’ultimo modulo sviluppato è il Time Rec che consente la timbratura mobile. Ci è stata richiesta da un cliente che ha 35 tecnici e voleva controllare la loro attività all’esterno dell’azienda. Inoltre spendeva  circa 30 mila euro l’anno di controllo satellitare sui camioncini. Time Rec si è rivelato utile per entrambe le situazioni. Ha consentito di gestire l’attività dei tecnici, tracciando la loro presenza e indirizzandoli dove ci fosse la loro necessità. In questo modo il nostro device è diventato anche  un sistema gps in quanto i furgoni dei tecnici erano costantemente monitorati e tracciati. Così il cliente non ha avuto più bisogno di abbonarsi al sistema di controllo gps, ottenendo un notevole risparmio  in due anni. Inoltre si aiutano gli amministrativi che conoscono immediatamente le ore lavorate e le eventuali assenze. Con un unico modulo abbiamo risolto più problematiche”.
Quali sono le nuove frontiere sulle quali state lavorando?
“La nuova frontiera è rappresentata dall’integrazione con l’intelligenza artificiale e con i droni per il rilevamento dei dati da mandare al gestionale, su scala industriale. Nel nostro piccolo abbiamo già fatto tanto, e siamo in vantaggio rispetto ai nostri grandi competitor nazionali”.
Daniele Acconci
Articolo pubblicato su Golf People Club Magazine

SIT presenta il gestionale AGON: uno strumento che raccoglie
soluzioni adatte per l’amministrazione di PMI e di grandi aziende via web

 

Il Gruppo SIT, Soluzioni Informatiche e Tecnologiche srl, nasce nel lontano 1995, e da allora, in un rapido crescendo di situazioni favorevoli, ha sviluppato un preciso progetto strategico aziendale denominato “Impresa 4.0” ,  volto al miglioramento della cultura aziendale in materia di formazione e competenze digitali. Questo iter comprende, in particolare, la creazione e l’utilizzo di APP e di piattaforme  per il Commercio Elettronico e l’ottimizzazione della forza vendita e customer experience, il cui obiettivo è l’aumento delle vendite e del fatturato di ogni impresa e l’ottimizzazione aziendale interna con i relativi notevoli risparmi finanziari.
Il Gruppo SIT ha sempre sviluppato soluzioni verticali per mago.net, un gestionale di Microarea che dava la possibilità di personalizzare il software, implementando i  moduli funzionali da vendere e sviluppando soluzioni funzionali per i clienti. Successivamente nel 2005, per  far fronte all’esigenza di trovare soluzioni via web che si integrassero con mago.net ha trovato un ambiente di sviluppo molto valido per sviluppare  un sistema perfettamente compatibile, Agon, appunto. L’utente in possesso di Agon può avere funzionalità standard  come mago.net e le soluzioni verticali tra cui:

  • assistance web che serve a gestire tutti gli interventi tecnici e post vendita e gestione con moduli avanzati come fatturazione e gestione persone
  • crm (modulo gestione commerciale dei clienti e contatti)
  • gestione taglie\colori e negozi con punto cassa integrati
  • tutta una serie di funzionalità come gestione rifiuti, ecommerce ecc

Agon è l’unico sistema di ECommerce per Mago.Net che consente di avere una funzionalità aggiornata sulle giacenze, attraverso la condivisione del database. Negli anni SIT ha lavorato per completare sempre di più questi moduli sino ad arrivare ad un sistema molto completo che consente di proporre questa  soluzione sia a chi è dotato di  un sistema mago.net sia a utenti che non hanno nessun sistema (stand alone). E’ un’opzione particolarmente indicata per le necessità di un’azienda moderna  che ha bisogno di  soluzioni web e mobile. Ogni applicazione infatti può essere utilizzata via tablet e via smartphone. Una bella comodità, non c’è che dire. L’altro grande vantaggio di Agon è di avere un sistema unico integrato, che incarna tutti i moduli gestionali in un’unica soluzione. In pratica non ci sono più  tanti applicativi, né tanti data base ma un solo dato completo integrato e aggiornato in tempo reale. Agon va ad assorbire tutto quello che oggi può essere offerto in più soluzioni, semplifica la gestione, i costi e riduce i tempi. Inoltre essendo web e multilingua, può essere usato da aziende che hanno sedi in altre parti del mondo; in più ha la possibilità di avere un accesso ai dati profilato che permette di far utilizzare il sistema ad agenti, clienti e fornitori, ognuno per le proprie necessità e competenze. Il vecchio gestionale era concepito per essere utilizzato solo a chi operava all’interno dell’azienda. Un magazziniere lontano km dall’azienda o un agente lontanissimo invece ora possono entrare in Agon  e lavorare in base alle loro competenze.
Spiega Roberto Parco: “Abbiamo un’azienda bolognese che vende in Russia, gli agenti in Russia caricano gli ordini sulla piattaforma e in tempo reale i dati giungono nel magazzino italiano, e subito inizia la procedura di spedizione. E’ un gestionale che si presta a mille possibilità”.
Agon è un software molto flessibile, che si adatta a mille usi, a tutte le tipologie di aziende, (da una persona a multinazionali), e si presta a tanti utilizzi e ad integrazione. Ad esempio  se acquisti un sistema post vendita e successivamente vuoi utilizzare un sistema di crm e di gestione delle vendite, diventa un meccanismo virtuoso.
Parco, nel 1995, quando ha fondato la sua azienda, pensava già di raggiungere questi traguardi?
“No, la crescita è venuta col tempo, con due-tre grandi intuizioni: Nel 2005 avevo intuito che il web stava per esplodere, pur non avendo ben chiare le potenzialità. E la società che a quel tempo ci forniva l’ambiente di sviluppo non aveva compreso bene le potenzialità di sviluppo. Allora mi sono messo a cercare sul mercato e il primo modulo che sviluppammo fu il modulo gestione interventi tecnici che integrava assistance net per chiudere gli interventi (per evitare l’uso della carta) e poi i moduli per la raccolta degli ordini della forza vendita. Questi furono i primi moduli che integravano il gestionale allora predisposto. Da li è stato un susseguirsi di richieste dei clienti e di nostre intuizioni, un mix di cose che ci ha permesso a farne il nostro core businnes: più di 20 anni di verticali su mago.net  li abbiamo capitalizzati e messi dentro Agon  e tutto ciò solo con obblighi di sviluppo funzionale”.
A quali società vi rivolgete? A società commerciali e produttive oppure a società di servizi?
Siamo polivalenti, ci rivolgiamo a tutti. Il nostro più importante cliente è Metro 5 di Milano che utilizza un modulo di Agon dal 2009, un modulo verticale sicurezza che raccoglie tutte le informazioni tecniche sulla costruzione della metropolitana. Sono dati iper sensibili, relativi alla costruzione di questa linea, che devono essere custoditi e secretati.  E’ un software sottoposto alla sorveglianza della prefettura e delle banche.  Lo sviluppo è continuo e possiamo implementare la piattaforma anche a seguito di richieste del cliente che servono a risolvere le loro esigenze, per migliorare e arricchire il prodotto.  Alcune vengono lasciate nella piattaforma standard, altre invece sono riservate al solo cliente che ha specifiche esigenze”.
Quali sono gli obiettivi per il futuro?
Il nostro obiettivo  è andare con questa soluzione a intercettare il bisogno di quelle aziende che sono più strutturate,  offrendo loro il vero gestionale in alternativa alle soluzioni open source che sono sul mercato,  con tutti i vantaggi del web e dell’integrazione. Io posso trovare tanti prodotti crm sul mercato che però sono fini a se stessi e  non hanno  logiche gestionali. Noi e siamo il meglio, abbiamo soluzioni adatte a tutti. Questo è il nostro  valore aggiunto.
D. A.

 

 

 

 

@Riproduzione riservata