Il 2019 del golf italiano si è aperto con il successo del 17enne portacolori del Country Club Castelgandolfo che si è imposto nel prestigioso torneo giovanile Junior Orange Bowl Championship disputato in Florida.

Il 2019 del golf italiano si  aperto con un trionfo azzurro: Andrea Romano, 17enne romano portacolori del Country Club Castelgandolfo, si imposto con 272 colpi (70, 67, 66, 69: -12) nel prestigioso torneo giovanile Junior Orange Bowl Championship che si è disputato sul percorso del Biltmore Golf Course (par 71), a Coral Gables (Florida).
L’azzurro si  imposto sullo spagnolo José Luis Ballester (276, -8) grazie ad un finale da grande campione che lo ha visto firmare anche un eagle all’ultima buca. In terza posizione lo statunitense Alex Vogelsong (277 colpi, -7), con il quale Romano condivideva la leadership dopo tre giri; quarto posto per il britannico Barclay Brown (279, -5) e subito dietro l’americano John Driscoll (281, -3). Ha chiuso invece al 33° posto con 299 colpi (72, 71, 76, 80: +15) Pietro Bovari.
In campo femminile successo per la tedesca Nina Lang che con 278 colpi (72, 67, 67, 72: -6) ha preceduto la peruviana Daniela Ballesteros (282, -2) e la giapponese Mayu Wakui (284, par). In 31ª posizione con 312 (78 75 78 81, +28) Cecilia Durante.
Per la cronaca Romano è il terzo azzurro a imporsi nel torneo: prima di lui c’erano riusciti Maro Durante (1979) e Renato Paratore (2013). Nell’albo d’oro dello Junior Orange Bowl Championship figurano nomi illustri tra i quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada.

 

@Riproduzione riservata