A Hong Kong l’inglese ha preceduto il connazionale Fitzpatrick. Gagli ventesimo, Edoardo Molinari 57° e Bertasio 62°.

Difficile dire oggi cosa potrà contare alla fine della stagione, ma a livello di statistiche va preso atto che l’inglese Aaron Rai ha conquistato il primo titolo sull’European Tour 2019, imponendosi con 263 colpi (65, 61, 68, 69: -17) nell’Honma Hong Kong Open, torneo disputato sul percorso dell’Hong Kong Golf Club (par 70), a Fanling.
Rai, 23enne di Wolverhampton che fino alla vigilia del torneo aveva vinto tre titoli sul Challenge Tour, ha chiuso la sua gara riuscendo a mantenere un colpo di vantaggio sul connazionale Matthew Fitzpatrick (264, -16). Maggiore il vantaggio sui terzi classificati, il francese Victor Perez e l’australiano Jason Scrivener che hanno chiuso con 269 colpi (-11). Al quinto posto con 270 (-10) lo scozzese David Drysdale, al sesto con 271 (-9) gli spagnoli Sergio Garcia e Rafa Cabrera Bello e l’indiano Shubhankar Sharma.
Ancora una delusione, invece, per l’inglese Tommy Fleetwood che da secondo è sceso al 14° posto con 273 colpi (-7), mentre lo statunitense Patrick Reed si è dovuto accontentare del 45° posto con 278 (-2). Meglio di lui ha fatto Lorenzo Gagli capace di conquistare un buon 20° posto con 275 (72, 67, 66, 70: -5), mentre più staccati sono finiti Edoardo Molinari, 57° con 279 (71, 69, 70, 69; -1) e Nino Bertasio, 62° con 280 (73, 67, 69, 71: par).
Ad Aaron Rai (nella foto di Getty Images) è andato un assegno di 292.343 euro su un montepremi di 1.750.000 euro.

CLASSIFICA

 

@Riproduzione riservata