Da domani (giovedì 12, Golf Milano) si gioca il 74° Open d’Italia. Tanti i campioni al via che si contenderanno un montepremi di 7.000.000 di dollari (al vincitore andranno 1.166.660 dollari). Tredici gli italiani in gara. Difende il titolo Francesco Molinari.

Il conto alla rovescia è finito: alle 7:50 di giovedì 11 ottobre, sul percorso del Golf Club Milano, nel Parco di Monza, prende il via il 74° Open d’Italia, la più importante manifestazione nazionale di golf, evento principale del Progetto Ryder Cup 2022. Il torneo, come noto, è inserito tra gli otto di assoluto livello mondiale delle Rolex Series, e ha un montepremi di ben 7.000.000 di dollari (al vincitore andranno 1.166.660 dollari).
La “moneta” in palio ha fatto sì che a Monza sia presente un field stellare, una presenza di campioni come non si era mai visto ad un Open d’Italia. Al via ci saranno sei vincitori di major: gli spagnoli Sergio Garcia, campione Master in carica, e Josè Maria Olazabal, l’inglese Danny Willett, stesso titolo nel 2016, il nordirlandese Graeme McDowell, il tedesco Martin Kaymer e l’irlandese Padraig Harrington; presenti anche 24 golfisti tra i primi cento del world ranking, dei quali nove tra i top 50, compresi Jon Rahm (numero 5), Sergio Garcia (numero 11) e Francesco Molinari (numero 18), campione in carica. Saranno 22 i giocatori che hanno difeso i colori europei nella Ryder Cup e tra di loro il danese Thomas Bjorn, che guiderà il team continentale nella prossima sfida di Parigi (2018) contro la formazione statunitense.
A dare un’idea di quanto potrà essere incerta e interessante la gara c’è un altro dato da mettere in evidenza: 87 dei 132 partecipanti hanno ottenuto almeno un successo nel circuito.
Con tanti campioni in campo diventa difficile fare previsioni, anche se Alex Noren, numero 15 mondiale, gli inglesi Tommy Fleetwood (n° 17), in vetta alla money list continentale, Matthew Fitzpatrick, Tyrrell Hatton, vincitore domenica scorsa dell’Alfred Dunhill Links, Lee Westwood e Luke Donald, ex leader del world ranking, l’irlandese Shane Lowry, vincitore di un WGC, l’austriaco Bernd Wiesberger, il gallese Jamie Donaldson, l’altro svedese David Lingmerth, che gioca sul PGA Tour, come l’argentino Andres Romero godono di qualche preferenza in più deglialtri.
Ovviamente c’è grande attesa per gli italiani (tredici in totale), a cominciare da Francesco Molinari, che di Open d’Italia ne ha già vinti due. A difendere i colori azzurri ci saranno anche Renato Paratore, Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Nino Bertasio, Alessandro Tadini, Andrea Pavan, Nicolò Ravano, Luca Cianchetti, Enrico Di Nitto, Federico Maccario e i dilettanti Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli.
Nella prima giornata partenza alle ore 7:50 (buca 1 e 10), con conclusione prevista attorno alle ore 19. Saranno sul tee della buca 10: alle ore 8:30 Renato Paratore, Luke Donald, Ross Fisher; alle ore 8:40 Matteo Manassero, Tyrrell Hatton, Bernd Wiesberger; alle ore 8:50 Francesco Molinari, Danny Willett, Alex Noren. Sul tee della buca 1: alle ore 13:15 Sergio Garcia, Jon Rahm, Tommy Fleetwood e alle ore 13:35 Nino Bertasio, Paul Dunne, Hideto Tanihara.
Si giocherà sulla distanza di 72 buche (18 al giorno) e dopo i primi due round il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati, i pari merito al 65° posto e gli amateur che rientreranno nel punteggio di qualifica.
Sky trasmetterà in diretta il 74° Open d’Italia: giovedì 12 ottobre, dalle ore 10 alle ore 18 (Sky Sport 3 HD e Sky Sport Mix HD); venerdì 13, dalle ore 10 alle ore 18 (Sky Sport 3 HD); sabato 14: dalle ore 13,30 alle ore 17,30 (Sky Sport 2 HD); domenica 15, dalle ore 12,30 alle ore 17,30 (Sky Sport 2 HD).